Malaman CTC, produzione e vendita macchinari per la separazione magnetica

Da oltre 40 presente nel settore della separazione magnetica, Malaman CTC è sinonimo di affidabilità e cura nella costruzione dei macchinari. La professionalità si rispecchia nei prodotti all’avanguardia e nei rapporti con il cliente.

L’azienda, forte della sua tradizione familiare, punta tutto sul mantenimento del livello elevatissimo di affidabilità su tutta quanta la linea con macchinari efficienti, con una vita utile lunga e soprattutto semplici da manutenere. Per comprendere a pieno il livello qualitativo, niente di meglio se non vedere direttamente i prodotti che vengono realizzati e progettati nelle sue officine. L’impiego di macchinari magnetici per la separazione dei materiali, negli ultimi anni si è particolarmente diffuso, e con esso le tecniche associate.

 

Separatori di metalli ferrosi

Suddividere i rottami in ferrosi e non è uno dei punti chiave in un impianto per il recupero delle materie prime dirette al riciclo. Uno dei primi passaggi nel trattamento dei rifiuti, che si tratti di residui di combustione, vetro, RAEE o urbano è il recupero della componente ferromagnetica, estrazione e recupero del metallo ferromagnetico. Spesso è un passaggio fondamentale per incrementare il rank dell’impianto e garantirsi un miglior rapporto con le normative vigenti in materia di rifiuti.

La separazione della parte ferromagnetica è particolarmente interessante perché è quella che richiede meno operatori grazie alle proprietà del rottame ferroso.
Si tratta di una parte solitamente consistente del materiale sottoposto a separazione, ed una delle componenti più semplici da separare. Un separatore magnetico ha un costo indicativo contenuto, che si ripaga ampiamente con il cambiamento di valore del materiale di scarto e la possibilità di rivendere il ferro.

Grazie all’impiego di macchinari basati sulle proprietà magnetiche, sia permanenti che generate elettricamente, il costo di overhead viene abbattuto, e la separazione avviene automaticamente. Per questo compito si impiegano nastri trasportatori magnetici, barre e griglie oppure tamburi, pulegge e piastre, a seconda del materiale da trattare.

Sono tutti prodotti che vengono realizzati direttamente da Malaman CTC, con la massima cura ed un’esperienza maturata nell’arco di decenni nel settore.

 

Separazione dei metalli non ferrosi

Il trattamento dei materiali, però non si conclude con l’estrazione della componente ferrosa o con proprietà ferromagnetica, perché le proprietà fisiche di altri metalli possono essere agevolmente sfruttata per sottrarli al flusso di trattamento e destinarli ad altre trafile. Bisogna ricordare che la componente non ferrosa del rottame può essere molto interessante dal punto di vista economico, sia per quel che concerne i costi si smaltimento che i guadagni in caso di recupero. Per il trattamento dei residui non ferromagnetici, però, il semplice impianto magnetico passivo non si può utilizzare, e si deve scegliere al suo posto uno adatto.

I metalli non ferrosi, si possono trattare in base alla lor composizione. Metalli ultraleggeri come il Magnesio con una densità inferiore a 2.000 kg/m3, leggeri come alluminio e titanio, con densità comprese fra 2.000 kg/m3 e 5.000 kg/m3 o pesanti che passano i 5.000 kg/m3 come Rame,piombo, cromo ,stagno e nickel, possono essere trattati in impianti magnetici.

Per i metalli non ferrosi si impiega un metodo basato sulle correnti di Foucault, o correnti indotte. Con questo sistema il materiale misto viene immerso in un forte campo magnetico rotante che per effetto della spinta repulsiva viene espulso, anche violentemente, facilitandone il trasferimento in linee apposite. Per riuscire a recuperare la frazione non magnetica, poi si usano soffioni separatori a pale che permettono di rimuoverla e di trattare in cicli appositi anche la componente inox che è del tutto inerte rispetto al processo magnetico.

Malaman realizza separatori a correnti indotte con o senza eccentrico, per assecondare le esigenze dell’impianto di trattamento.

 

Ricambi e riparazione

Una buona ditta parte sempre dal presupposto che i suoi prodotti devono avere una vita lunga ed efficiente, ma al tempo stesso deve essere pronta a gestire problemi legati all’usura e a danneggiamenti.

Trattando materiali misti anche di massa notevole, è naturale che gli apparecchi subiscano col tempo danneggiamenti e che le parti esposte si consumino. Malaman CTC offre un servizio di ricambi e ripristino dei suoi prodotti. Le parti che sono maggiormente soggette a dover subire riparazioni a lungo andare sono i cuscinetti che tendono col tempo a consumarsi e in alcuni casi ad ovalizzarsi, specie se i cariche trattati sono particolarmente gravosi.

A fianco di questi le parti dielettriche che essendo realizzate in materiali plastici e resine, sono più fragili di altre componenti. Sono presenti negli apparati a correnti indotte.

In questo caso la ditta garantisce ricambi per i suoi prodotti e la possibilità di fornirne anche per macchinari di altri produttori con l’opzione interessantissima di una copertura in vetroresina che permette di incrementare la durezza della superficie e di allungarne la vita utile. Ultima componente soggetta ad usura è la copertura in PVC dei nastri magnetici, che per sua natura deve essere periodicamente sostituita onde evitare strappi e danneggiamenti peggiori.

Ovviamente è possibile richiedere la manutenzione straordinaria e ordinaria su tutte le parti degli apparecchi, perché la dita cerca di garantire il miglior rapporto possibile con la sua clientela, sia in termini di servizio che per eventuali consulenze.

Written by: admin