Tecnobenne – Azienda produttrice di benne, pinze e polipi idraulici

Tecnobenne è un’azienda che dal 2001 si occupa della progettazione e della produzione di attrezzature idrauliche ed elettroidrauliche che possono essere necessarie per sollevare o movimentare terreni, legname o rottami di vario peso, dalla carta al ferro. I prodotti di Tecnobenne sono realizzati da personale con esperienza ventennale in questo settore, composto da disegnatori e saldatori che cercano ogni volta di soddisfare le esigenze specifiche di ogni cliente con professionalità e in tempi brevi.
La qualità dei prodotti, venduti anche sui principali mercati esteri, è legata all’utilizzo di materiali certificati secondo la direttiva macchine 2006/42/CE. L’attività dell’azienda non si limita alla progettazione e alla produzione, ma prosegue anche con l’assistenza per la riparazione in caso di malfunzionamenti dei prodotti venduti.

I prodotti di Tecnobenne

Tecnobenne produce una vasta gamma di attrezzature che possono essere raggruppate nelle seguenti categorie: benne, polipi, pinze, forche e accessori. Vediamo nel dettaglio ciascuna categoria di prodotto.

Le benne idrauliche sono attrezzature che si rendono necessarie per sollevare e movimentare materiali come cereali, cippato, ramaglia, rifiuti, carta, cartone, sabbia, ghiaia, terra, fango e alimenti. Sono composte di due valve a movimento sincronizzato realizzate in parte in acciaio cementato, mentre le parti che si consumano di più, come le lame, sono fatte di materiali antiusura.

Queste attrezzature, utili in ambito agricolo, edilizio ma anche marittimo, possono essere installate su gru da camion, su caricatori forestali, su escavatori o su semoventi, sempre valutando il peso massimo che può sopportare il mezzo sul quale vengono installate. Tecnobenne propone anche una serie di accessori che possono essere applicati alle benne: cuffie (a saldare o flangiata), rotatori idraulici o meccanici, valvole di blocco e di massima e attacchi di sospensione o personalizzati.

Il polipo idraulico è un’attrezzatura utilizzata per il carico e lo scarico di materiali di varia tipologia, come rifiuti, rottami, scarti di lavorazione, pneumatici, terriccio, pellame, massi, legno e ramaglia. Il polipo è composto di una presa costituita da un numero di numero di pale a movimento indipendente e sincronizzato che va da 3 a 6, a seconda delle esigenze del cliente.

Solitamente le benne a polipo vengono costruite con il massello, con perni cromati e boccole in acciaio cementato, mentre le punte delle pale sono realizzate con appositi materiali antiusura per permettere una più lunga vita del prodotto.

L’azienda propone tre tipologie foglie per la realizzazione di questa attrezzatura, da scegliere in base ai materiali da trattare: per gli utilizzi più comuni è sufficiente una foglia standard, per caricare materiale voluminoso è meglio la foglia stretta, mentre la foglia a copertura alta è ideale per movimentare materiale sminuzzato. Inoltre, a seconda della tipologia dei cilindri, i polipi idraulici si distinguono in altre due categorie: i polipi a cilindri orizzontali e quelli a cilindri verticali, particolarmente indicati per lavorare in profondità.

La pinza idraulica è un’attrezzatura composta da due valve a movimento sincronizzato e da un gancio idraulico resistente allo snervamento.

Tecnobenne propone varie tipologie di pinze che possono essere montate su gru da camion, caricatori forestali, mini-pale telescopiche ed escavatori.
Tra queste ci sono le pinze per tronchi e ramaglie in versione leggera o industriale, utile quando ci sono da spostare carichi più pesanti; le pinze per massi, realizzate con materiali altamente resistenti per poter spostare in totale sicurezza massi e rocce, con una presa forte e sicura.

Ci sono poi le pinze per la manutenzione ferroviaria, appositamente studiate da Tecnobenne per un ambito particolare con esigenze specifiche. In questo settore, infatti, esistono pinze per compattare la massicciata, pinze per la presa delle traversine che fissano i binari e pinze per la raccolta e la movimentazione delle rotaie. Tra le altre tipologie di pinze troviamo quella progettata per il carico e lo scarico dei pacchi laterizi, particolarmente utilizzata nei depositi e nei cantieri, e quella per la movimentazione (recupero e riciclaggio) di elettrodomestici come lavatrici, frigoriferi e lavastoviglie. Infine i ganci idraulici, realizzati in materiali particolarmente resistenti allo snervamento, che vengono utilizzati per muovere le forche portapallets.

Le forche idrauliche bivalve sono attrezzature composte da due valve sincronizzate, utilizzate per caricare e scaricare materiali come i rifiuti solidi urbani, il letame, i rami secchi, il fogliame, il fieno, le pareti in cartongesso e i pannelli in generale. In campo edile vengono usate, invece, per movimentare i pallets. Tecnobenne realizza diverse tipologie di forche in base all’utilizzo a cui sono destinate. Ci sono le forche per lavori agricoli e aree verdi, ideali per raccogliere, letame, fieno e fogliame; le forche per pallet e le forche per cartongesso, per movimentare in tutta sicurezza anche pannelli di altro genere.

Accessori

La Tecnobenne propone anche una vasta gamma di accessori per polipi, pinze e forche. Ogni macchina, realizzata per esigenze precise ha infatti bisogno degli accessori giusti per svolgere al meglio la funzione per la quale è stata progettata. Rotatori e attacchi di sospensione a misura sono solo alcuni degli accessori disponibili per i clienti, che potranno scegliere dal catalogo i prodotti di cui hanno bisogno oppure farseli realizzare su misura per avere l’attrezzatura perfetta.



Written by: admin